Aprire un Autolavaggio guida completa

L’Italia ha un numero pro capite di automobili tra i maggiori. Sono circa la metà gli italiani che per necessità, poco tempo, amore e cura per la propria auto, decidono di rivolgersi agli autolavaggi.

Aprire un autolavaggio può essere ancora un’attività redditizia e di successo, ma bisogna fare attenzione alla qualità del servizio ed a stare al passo con le innovazioni tecnologiche in questo settore.

Quale tipo di autolavaggio aprire?

Innanzitutto bisognerà scegliere che tipologia di autolavaggio aprire, ce ne sono infatti di diverso tipo:

  • Autolavaggio fisso con personale
  • Autolavaggio fisso self service
  • Autolavaggio mobile a domicilio
  • Autolavaggio nei parcheggi

Particolare attenzione è da dedicare inoltre alla tipologia di macchinari e prodotti utilizzati. Le ultime innovazioni del settore infatti riguardano proprio questo aspetto. I macchinari, sempre più moderni ed ecosostenibili, utilizzano ora vapore, ozono o detergenti completamente biologici e biodegradabili, non tossici e completamente naturali.

Decidere di offrire questo tipo di servizio significa non solo entrare in una nicchia di mercato nuova ed innovativa in cui i competitor sul mercato non sono molti, ma anche andare incontro alle esigenze dei consumatori che hanno dimostrato di prediligere di gran lunga questi metodi di pulizia “green”.

Il lavaggio a vapore ad esempio è ad impatto ambientale uguale a zero, è veloce, sicuro da usare su ogni superficie ed offre una pulizia dei veicoli, interna ed esterna, qualitativamente molto superiore al tradizionale lavaggio con detergenti e sostanze chimiche. Inoltre, la pulizia a vapore, con ozono, ed ecologica si prestano ad essere fornite con facilità e pochi macchinari anche a domicilio.

Ed è proprio il servizio a domicilio, nei parcheggi, con postazioni mobili (furgoncini attrezzati con tutti i macchinari e prodotti necessari) a riscuotere il maggiore successo e ad avere le maggiori richieste da parte dei clienti. Per aprire questo tipo di autolavaggio inoltre il capitale iniziale da investire è relativamente ridotto, bastano infatti le attrezzature necessarie, un furgoncino ed una persona addetta.

Adempimenti burocratici e requisiti

Gli adempimenti, i permessi e l’iter necessari cambiano sia in base alla tipologia di autolavaggio scelto sia in base alle normative locali e comunali le quali spesso differiscono ed inquadrano l’autolavaggio (soprattutto quello a domicilio, attività ancora nuova) in maniera diversa.

Generalmente possiamo però dire che per aprire un autolavaggio l’iter burocratico si compone nel seguente modo:

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione alla Camera di Commercio
  • Iscrizione all’Albo Artigiani
  • Comunicazione di avvio attività presso il Comune
  • Ottenimento di eventuali permessi comunali, sanitari, ecc.
  • Registrazione posizioni INPS ed INAIL
  • Solo in caso di società di capitali, costituzione con firme autenticate dal notaio

Cosa mi serve e quanto costa?

Le attrezzature e tutto il necessario per aprire un autolavaggio dipenderà dal tipo di servizio offerto.

Per un autolavaggio con postazione fissa servirà un terreno adeguatamente ampio, una location ed attrezzature. Se il servizio non è self service sarà necessario del personale, se lo è serviranno macchinari automatizzati. In questo caso è di fondamentale importanza, per evitare scottature, condurre un’accurata indagine di mercato e scegliere la location adatta al tipo di attività. Inoltre, per questa tipologia di autolavaggio, saranno necessari ulteriori permessi come: scarico acque, valutazione impatto acustico, conformità dei macchinari e rispetto delle normative urbanistiche.

Per aprire un autolavaggio con postazione fissa, di piccole dimensioni (2-3 box) si stima un investimento iniziale di circa 150.000 euro.

Per un autolavaggio a postazione mobile e con servizio a domicilio invece saranno necessari i macchinari ed i prodotti per svolgere ogni tipo di pulizia, un addetto (anche l’imprenditore stesso) e un mezzo (furgoncino).

Si stima che per aprire un autolavaggio mobile l’investimento iniziale sia di circa 15.000 euro, molto inferiore a quello necessario per aprire un autolavaggio a postazione fissa.

Aprire un autolavaggio in franchising

Aprire un autolavaggio in autonomia, senza esperienza in altre attività commerciali, può risultare macchinoso per via delle diverse normative da rispettare e non esattamente economico.

Una possibilità che permette di ricevere formazione, assistenza e consulenza per ogni aspetto dell’attività, e che permette di aprire un autolavaggio con un investimento iniziale a partire da 5.000 euro, è il franchising.

Ci sono già diverse reti in franchising di autolavaggio a vapore, ecologico e a domicilio che hanno maturato un’esperienza notevole, riscuotendo grande successo sul mercato, e che sono alla ricerca di nuovi affiliati a cui offrire un know how ed un metodo gestionale collaudato. Inoltre molti autolavaggi in franchising sono produttori diretti dei macchinari e dei prodotti per la pulizia delle auto ed in grado, quindi, di offrire all’affiliato condizioni esclusive e vantaggiose. Vai all’home page per vedere tutte le aziende che offrono la possibilità di allestire ed aprire un autolavaggio.